Migliorare l’efficenza di casa tua

By | settembre 19, 2010











Chi vuole ottenere una maggiore efficienza è meglio che metta sul tavolo tutti gli eventuali interventi,

Calcolando dove dirigere i propri investimenti e in che ordine semmai eseguire i lavori di ristrutturazione.
E’ divenuto ormai una opzione obbligata per le nuove costruzioni, L’ impiego di fonti rinnovabili quali il fotovolatico e il solare termico, che possono concorrere efficacemente al raggiungimento di una maggiore efficienza. Vanno valutate anch’esse all’interno di un sistema-casa: in un’abitazione molto efficiente i pannelli fotovoltaici possono procurare un contributo essenziale,
fino all’ ottenimento di una quasi totale autonomia.
In un’abitazione poco efficiente contengono i costi di esercizio, senza eliminarli del tutto. Il solare termico può provvedere alla sola acqua calda sanitaria oppure essere basilare, in combinazione con una pompa di calore o un sistema di riscaldamento molto efficiente per limitarne ulteriormente i costi.
Tutto trae origine, anche qui, dall’insieme. L’ utilizzo di fonti rinnovabili può avere un doppio fine quello di limitare la dipendenza energetica, cioè l’occorrente di energia che preleviamo dall’esterno per far funzionare la nostra casa, ma anche quello di dare supporto in gran parte o in toto il fabbisogno reale dell’abitazione, se questo è moderato entro limiti apprezzabili.
Prodotto artigianale
Esprime la costituente principale del nostro sistema energetico perché riproduce la linea di separazione tra l’interno e l’esterno. Attraverso di esso succede la maggiore dispersione di energia: il calore all’interno della casa che si sparge all’esterno, o il fresco dell’aria condizionata che si dissolve attraverso le pareti o le fessure. L’ostilità che l’involucro offre alla dispersione dipende dal suo isolamento termico (trasmittanza).
Le tecniche di costruzione sono progredite anche per rispondere a leggi nazionali o regolamentazioni locali e permettono oggi di conquistare buoni livelli di isolamento anche con interventi a posteriori. L’intervento sull’involucro è il primo e il più importante perché delimita drasticamente gli sprechi e consente perciò di utilizzare al meglio l’energia impiegata all’interno della casa. Va preso in considerazione dunque sia nella ristrutturazione di un villetta mono-familiare come del condominio, perché da esso dipende in gran parte il giusto impiego dell’energia consumata nei locali.
Impianti
Riscaldamento e raffrescamento descrivono le voci più importanti. Assicurare all’interno dell’abitazione la temperatura più efficace ai fini del confort, ha previsto e comporta ancora un consumo di energia molto elevato. Le attrezzature oggi consigliate hanno la prerogativa di offrire, a parità di prestazioni rispetto ai vecchi modelli, dei consumi più contenuti: la loro trasformazione consente di scegliere tra un’ampia gamma di soluzioni, un tempo non disponibili e che abbiamo liberamente semplificato in quattro alternative.
C’è la caldaia tradizionale e quella a condensazione, la pompa di calore “normale” e quella elettrica associata a un impianto fotovoltaico. Ma la caldaia, ovvero il generatore di calore non è l’unico imputabile di un ‘eventuale inefficienza energetica: la ventilazione dei locali, o meglio il criterio con cui si mantiene pulita l’aria all’interno dei locali, rappresenta una possibile causa di dispersione termica. Un conto è aprire le finestre per cambiare l’aria e un conto è possedere un sistema di ricircolo dell’aria con 

recupero del calore.





Il sistema di distribuzione del calore ha il suo carico: radiatori. Termoconvettori o pannelli radianti hanno vari livelli di efficienza in quanto distribuiscono il calore creato dal generatore, in modo diverso e più o meno valido.




Ugualmente, la maggiore o minore coibentazione dei tubi che conducono l’acqua ai radiatori ha il suo peso. Il riscaldamento dà lo spunto per un esempio di cosa si recepisca per sistema in un percorso di efficienza energetica. Sostituire la caldaia in un appartamento tradizionale può consentire dei sensibili risparmi nel consumo di gas. Farlo in accordo con la sostituzione dei radiatori con pannelli radianti, consente di abbattere decisamente il costo del riscaldamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *