Macchine ad assorbimento

By | giugno 24, 2009


Ci sono tecnologie che consentono migliori rendimenti , maggiori economie di esercizio, e migliore rispetto dell’ambiente. Sono forse poche conosciute, e non vengono proposte in modo adeguato.

La principale caratteristica di queste pompe di calore, è che richiedono pochissima energia elettrica, e l’energia richiesta viene fornita generalmente dal gas. Vi ricordo che è una pompa di calore per cui, la macchina serve sia per riscaldare, che refrigerare gli ambienti.
Tanto per darvi dei numeri vi dico che durante il mese invernale per ogni kw di calore richiesto, se ne brucierà soltanto 0,5 kw. Nel mese estivo, per ogni kw elettrico consumato, se ne avranno a disposizione 17 Kw di potenza frigorifera (da Robur).
In fase invernale, il rendimento è circa il 40 % in più delle migliori caldaie a condensazione presenti in commercio.
L’impiego di pompe di calore ad assorbimento a gas r con un impianto di riscaldamento del tipo radiante a pavimento, permette, evitando l’isolamento a cappotto, il raggiungimento di un indice diprestazione energetica pari a 20,84 kWh/m2 anno e di conseguenza il raggiungimento della classe energetica A.L’impiego delle pompe di calore ad assorbimento a gas con un impianto di riscaldamento con radiatori dimensionati a bassa temperatura permette ugualmente il raggiungimento della classe energetica A, con un indice di prestazione energetica pari a 22,76 kWh/m2 anno. Il costo occorrente è stimabile in:
• potenza termica totale richiesta = 100 kW;

costo pompe di calore ad assorbimento a gas = 25.000 €;
• risparmio ottenibile rispetto l’isolamento a cappotto = -70.000 €.
Una tecnologia sicuramente ottima e utilizzabile nell’ambito domestico, ma maggiormente ammortizzabile nella climatizzazione di uffici e nel terziario, alberghi, ristoranti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *