Fotovoltaico e solare termico INSIEME!!

By | marzo 21, 2010

Uno dei problemi maggiori dei pannelli fotovoltaici, è che man mano che si riscaldano diminuiscono la loro efficienza. Questo è un punto che pochi conoscono, ma è che è bene sapere e considerare.
Ecco perchè anche in Africa, o per esempio nel deserto, invece di installare pannelli fotovoltaici, si è preferito installare un sistema solare termodinamico.

Consultando il web, ho trovato una soluzione interessante che permette di ovviare al problema del surriscaldamento dei pannelli fotovoltaici; un prodotto commercializzato da Panaf-solar, una ditta che a dispetto del nome, è una azienda italiana, con produzione italiana.

Questa azienda, oltre a produrre moduli fotovoltaici tradizionali, ha brevettato un modulo fotovoltaico particolare.

High Energy.1 (H-NRG) è un sistema di raffreddamento per impianti fotovoltaici, la cui caratteristica principale è rappresentata dalla capacità di abbattere la temperatura di esercizio e quindi di aumentare la produzione di kWh annui.

Sul retro del modulo viene applicato un collettore di alluminio il quale trasferisce il calore del pannello fotovoltaico ad un sistema a circuito chiuso di acqua/glicole.

Attraverso un normale scambiatore di calore acqua/acqua o acqua/aria, il sistema a circuito chiuso cede il calore raccolto dall’impianto, abbattendo la temperatura di esercizio del pannello fotovoltaico aumentandone così l’efficienza.

UTILIZZO CON SISTEMA DIRETTO
pH img2 Elettricità e calore con un unico impianto | Fotovoltaico e termico

Un fluido di scambio termico, tipicamente acqua glicolata, viene fatto circolare nei moduli H-NRG dove si riscalda per effetto dell’irraggiamento solare, mantenendo nel contempo bassa la temperatura delle celle ed incrementandone la resa elettrica. Il fluido riscaldato circola mediante la pompa di circolazione e giunge in uno scambiatore di calore da cui viene prelevata acqua calda per i vari utilizzi.
Dati tecnici relativi a 1 collettore in condizioni
standard :
– Produzione elettrica nominale : 230 W
– Produzione termica nominale : 1120 W
– Superficie : 1.65 m2
– Portata nominale fluido : 0.12 m3/h
– Perdita di carico a portata nominale : 150 mbar
– Connessioni : tubo alluminio 8 x 1 mm


Il sistema H-NRG si adatta sia ai climi freddi, per evitare cumuli di neve, sia ai climi caldi, per
mantenere bassa la temperatura di esercizio dei pannelli.
UTILIZZZO CON POMPA DI CALORE

pH img3 Elettricità e calore con un unico impianto | Fotovoltaico e termico

Un fluido di scambio termico, tipicamente acqua glicolata, viene fatto circolare nei moduli H-NRG dove si

riscalda per effetto dell’irraggiamento solare, mantenendo nel contempo bassa la temperatura delle celle ed

incrementandone la resa elettrica. Il fluido riscaldato giunge all’evaporatore di una pompa di calore. Il

condensatore della stessa fornisce acqua per i vari utilizzi


Dati tecnici relativi a 1 collettore in condizioni
standard :
– Produzione elettrica nominale : 230 W
– Produzione termica nominale : 1120 W
– Superficie : 1.65 m2
– Temperatura sorgente fredda : da 20 a 25 ºC
– Temperatura uscita pompa : da 40 a 50 ºC
– COP pompa di calore : da 3 a 4

Un sistema veramente innovativo, che permette anche l’evitarsi il deposito di neve.
Queste notizie sono prese dal sito aziendale , se volete approfondire andate al:



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *