Caldaia a condensazione e filtrazione acqua

By | aprile 1, 2012

La sostituzione di una caldaia tradizionale, funzionante da 10 o 20 anni, in un impianto con elementi in ghisa, con una caldaia a condensazione, può riservare delle brutte sorprese.


Lo scambiatore di calore primario di una caldaia a condensazione, avendo passaggi più sottili rispetto ad una caldaia tradizionale, per cui molto più delicata e sensibile. I fanghi e i residui di lavorazione sedimentati da anni nel nostro impianto, vengono improvvisamente rimossi e messi in circolazione nell’impianto e passando nella caldaia possono causare danni irreparabili allo scambiatore primario della nostra caldaia.


Una soluzione per contrastare questo fenomeno è una pulizia chimica dell’impianto attraverso prodotti specifici, che abbiamo trattato in precedenza in un altro post  >>>>>>>>>>>>>>>>> ma un’altra soluzione è quella di installare un defangatore.


Un filtro defangatore consente di trattenere tutte le impurità e contengono anche magneti che consentono di trattenere particelle ferrose.
Nella foto defangatore Caleffi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *